Savelli – il paese dei cestai

Savelli – il paese dei cestai

Calabria, Tradizione
[caption id="attachment_1666" align="aligncenter" width="450"] Ragazza nel costume tipico da pacchina savellese durante la raccolta di frutta. Savelli 2018.[/caption]   Savelli nasce, come tanti altri comuni calabresi, all’indomani dei violentissimi terremoti del 27 marzo  e dell’8 giugno 1638, quando i profughi provenienti dai comuni di Scigliano e Carpanzano, devastati dal sisma, migrarono verso le terre di Umbriatico, insediandosi poi nella località Scalzaporri ricadente nel territorio di Verzino. Il nuovo abitato avrebbe preso il nome di Savelli in onore della principessa Carlotta Savelli, figlia del principe di Albano Paolo Savelli. La tradizione vuole che tra i fondatori del nuovo borgo vi fossero molti cestai e bottai, provenienti dai comuni di Scigliano e Carpanzano. E proprio questa arte continuò a vivere per secoli in questo piccolo borgo arroccato sui monti della Sila, quasi…
Read More