Savelli – il paese dei cestai

Savelli – il paese dei cestai

Calabria, Tradizione
[caption id="attachment_1666" align="aligncenter" width="450"] Ragazza nel costume tipico da pacchina savellese durante la raccolta di frutta. Savelli 2018.[/caption]   Savelli nasce, come tanti altri comuni calabresi, all’indomani dei violentissimi terremoti del 27 marzo  e dell’8 giugno 1638, quando i profughi provenienti dai comuni di Scigliano e Carpanzano, devastati dal sisma, migrarono verso le terre di Umbriatico, insediandosi poi nella località Scalzaporri ricadente nel territorio di Verzino. Il nuovo abitato avrebbe preso il nome di Savelli in onore della principessa Carlotta Savelli, figlia del principe di Albano Paolo Savelli. La tradizione vuole che tra i fondatori del nuovo borgo vi fossero molti cestai e bottai, provenienti dai comuni di Scigliano e Carpanzano. E proprio questa arte continuò a vivere per secoli in questo piccolo borgo arroccato sui monti della Sila, quasi…
Read More
Gli ultimi crivari di Belmonte Calabro

Gli ultimi crivari di Belmonte Calabro

Calabria, Tradizione
Belmonte Calabro è un caratteristico borgo della costa tirrenica cosentina. Famoso sin dai tempi antichi per la produzione di cordame in “putamu”, utilizzato soprattutto dai marinai. Purtroppo, con la produzione moderna questa arte è andata persa, ma ancora resiste un’altra laboriosa industria belmontese: quella dei crivi. Quest’arte resiste ancora in pochi artigiani che mantengono viva questa tradizione cercando di condividerla con gli altri per non perderla definitivamente. É il caso di Carmine e Anna Conforti, due abili artigiani che hanno aperto le porte della loro casa, accogliendomi con il garbo e il calore che un tempo regnavano sovrani nella popolazione calabrese, condividendo tecniche e segreti di questa arte. La realizzazione del crivo, a differenza delle altre forme di cesteria calabrese, ha delle regole ben precise. Vi sono delle misure da…
Read More
Roncola

Roncola

Abruzzo, Calabria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Piemonte, Trentino Alto Adige, Utensili
Roncola - E' un attrezzo formato da una lama curvata a forma di uncino, affilata dal lato concavo e munita di impugnatura. Viene usata da agricoltori, boscaioli e giardinieri per tagliare arbusti e piccoli rami. In cesteria viene usata spesso con o al posto delle cesoie per tagliare le canne, i rami del nocciolo, del castagno e altri materiali. Roncola a serramanico Roncola a serramanico Roncolina modificata (con punta arrotondata). dialettale/regionale: Ronciu (alto Lazio) dialettale/regionale: Fauscett (Piemonte) dialettale/regionale: Podèt, Podèta, Rampelìn, Curlasc (Lombardia) dialettale/regionale: Pudèn, Rampeina, Rounca, Runcatta, Runzatta (Emilia romagna) dialettale/regionale: Focol, Serlat (Trentino Alto Adige) dialettale/regionale: Roncee, Falcilut, Sesule, Massàng (Friuli Venezia Giulia) dialettale/regionale: Pennaccu (Liguria) dialettale/regionale: Pennaccu (Piemonte - Valle Bormida) dialettale/regionale: Runca  o Runchiceddra in versione di piccole dimensioni (Calabria) dialettale/regionale: Runchètta (Abruzzo - Campotosto - AQ)…
Read More
Giunco e Calabria

Giunco e Calabria

Calabria, Tradizione
“Chicati jungiu ca a china passe” (piegati giunco che la piena passa) il giunco forse è l’elemento che più racchiude e rappresenta l’essenza del popolo calabrese, che con la sua tenacia e determinazione ha per secoli portato sulle spalle il peso di dominazioni prima e soprusi da parte del ceto dominante poi, sopportando e resistendo a tutto ciò. Proprio come fa il giunco che per quanto esile e fragile riesce a resistere alla dirompente furia delle fiumare invernali. Molte volte si legge, anche su riviste prestigiose, del giunco come materiale utilizzato per realizzare cesti e canestri. Viene così impropriamente collocata questa fibra come la principale materia prima utilizzata in cesteria. Ovviamente è una affermazione quasi totalmente errata dettata da poca serietà e dalla superficialità con cui molti  effettuano le ricerche…
Read More

Canestro

Abruzzo, Calabria, Cesti calabresi, Tipi di cesti, Umbria
Canestro - Tipo di cesto che dal latino canistrum derivante probabilmente da “canna” veniva usato per contenere pane e frutta. dialettale/regionale: Cannistra gnettata o Cannistra nicastrise (Calabria) dialettale/regionale: Canéstru (Abruzzo - Campotosto - AQ) dialettale/regionale: Caniestru (Umbria) cesto comune con  manico. dialettale/regionale: Canestra (Umbria) cesta ampia a bordo basso con o senza manici laterali per vari usi, trasporto alimenti per i contadini in campagna, trasporto piano e lenzuola da lavare al fiume, essicazione legumi, funghi, noci e altra frutta secca, erbe aromatiche. .  
Read More
Ago da cestaio

Ago da cestaio

Calabria, Campania, Lazio, Puglia, Utensili
Ago da cestaio - Utensile. Di solito realizzato a mano dallo stesso cestaio in canna comune,  in osso o metallo, utilizzato per far passare all'interno di spazi stretti, parte dei rami per completare le chiusure/bordure dei cesti. dialettale/regionale: Ago da cestaio (Lazio) dialettale/regionale: Scusi e n’gusi (Campania) - Termine utilizzato nel territorio di Falciano del Massico (CE). Arnese, di solito realizzato a mano dallo stesso cestaio in canna di palude, utile a far passare all'interno di spazi stretti, parte dei vimini completando le chiusure/bordure. dialettale/regionale: Cànnulu (Puglia - Manduria - Salento) - Utensile di fondamentale importanza per il cestaio. Di forma cilindrica con un'estremità quasi appuntita, lungo dieci centimetri o poco più, utilizzato dall'artigiano che si appresta a completare la chiusura/bordura del cesto. Come un ago si insinua nelle maglie di…
Read More

Nocciolo

Abruzzo, Calabria, Campania, Lazio, Materie prime, Valle d'Aosta
Nocciolo - (Corylus avellana) Pianta da frutto della famiglia delle Betulacee. dialettale/regionale: Nucella (Campania) - Termine utilizzato nel territorio di Falciano del Massico (CE). Pianta utilizzata per la raccolta dei polloni anch'essi malleabili quel tanto da essere usati in cesteria. dialettale/regionale: Nuciddra (Calabria) dialettale/regionale: Nocciolo (Lazio) dialettale/regionale: Nòcchia (Abruzzo - Campotosto - AQ) dialettale/regionale: Coudra - Olagne (Valle d'Aosta)  
Read More
Giunco

Giunco

Abruzzo, Calabria, Campania, Lazio, Materie prime
Giunco - (famiglia delle juncaceae) Termine generico che indica diverse varietà di piante erbacee palustri con foglie/fusto di forma cilindrica molto lunghe e flessibili. Tra le diverse varietà utilizzate in cesteria ricordiamo il juncus acutus, juncusc efusus e lo scirpoides holoschoenus. dialettale/regionale: Jungiu (Calabria) - In foto juncus acutus. dialettale/regionale: Giunco (Lazio) dialettale/regionale: Ziparo (Campania - Cilentano) dialettale/regionale: Vìngu (Abruzzo - Campotosto - AQ)
Read More
Sanguinella

Sanguinella

Calabria, Campania, Lazio, Materie prime, Toscana
Sanguinella (Cornus sanguinea) - Specie arbustiva appartenente alla famiglia delle Cornaceae. dialettale/regionale: Sanguinaccio (Campania) dialettale/regionale: Sanguigna o Songolaru (Calabria) dialettale/regionale: Sanguinello (Lazio) dialettale/regionale: Sanguinello (Toscana)  
Read More
Ginestra

Ginestra

Abruzzo, Calabria, Campania, Lazio, Materie prime
Ginestra - Nome comune di diverse piante della famiglia Fabacee. dialettale/regionale: Janestra (Campania) dialettale/regionale: Scaliddra o Jinostra (Calabria) Ascolta la pronuncia di Scaliddra: [audio m4a="https://www.wikicesteria.it/wp-content/uploads/Scaliddra.m4a"][/audio] dialettale/regionale: Ginestra (Lazio) dialettale/regionale: Fringi (Campania - Cilento) dialettale/regionale: Jinèstra (Abruzzo - Campotosto - AQ)  
Read More