Typha latifolia

Typha latifolia

Materie prime
Typha latifolia L. - Tifa a foglia larga ( paviràs o paviròn ) Morfologia. E’ una specie molto simile alla T. angustifolia da cui si differenzia per dimensioni maggiori della larghezza di foglie e infiorescenza. La tifa latifolia può raggiungere i 3 m di altezza ed è provvista di un lungo rizoma ramificato di colore giallo bruno. Dai robusti rizomi squamosi s’innalzano numerosi fusti eretti, semplici, circondati dalle guaine fogliari che si sovrappongono le une alle altre. Le foglie sono di un colore verde bluastro, larghe 8-30 mm, lineari e lunghe anche 2,5 m, spesso più lunghe dei fusti eretti, con il lembo molle, arrotolato in due tre giri per resistere al vento. Esse sono guainanti sul fusto per un lungo tratto e sono riempite di un tessuto lacunare aerato.…
Read More
Typha angustifolia

Typha angustifolia

Materie prime
Typha angustifolia L. - Tifa a foglia stretta ( pavèra o paviera ) Morfologia. E’ una pianta alta 1-3 m, con foglie larghe dai 3 ai 15 mm. Le foglie sono molto più lunghe degli steli fiorali, arrivando a superarli e a volte a nasconderli. Si distingue a prima vista  da typha latifolia per la minore larghezza delle foglie , per il minore diametro delle infiorescenze e per il colore della vegetazione più scuro . L’infiorescenza superiore maschile e quella inferiore femminile sono separate da un asse nudo lungo 2-4 cm  , mentre nella typha latifolia sono contigue  . L’infiorescenza femminile ha diametro e lunghezza maggiori della maschile. I fiori femminili hanno bratteole spatolate brune un po’ clavate all’apice; i fiori femminili invece hanno stami lunghi 1-2,5 mm. La fioritura…
Read More
Canna comune

Canna comune

Materie prime
Canna comune - Pianta della specie Arundo donax; perenne e robusta dal lungo fusto cavo, definito culmo, intervallato da nodi . Spesso chiamata anche canna domestica o canna di palude.  
Read More

Olivastro

Materie prime, Sardegna
Olivastro - Phillyrea angustifolia L. , un arbusto sempreverde. Termine molto spesso utilizzato per definire l'olivo spontaneo o inselvatichito. dialettale/regionale: Ozzastru (Sardegna)  
Read More

Mirto

Materie prime, Puglia
Mirto - (myrtus communis) Il mirto è un arbusto sempreverde originario della macchia mediterranea, appartenente alla famiglia delle Myrtaceae. dialettale/regionale: Murtedda (Puglia) - Così chiamato dialettalmente in molti comuni del Salento. [gallery columns="4" ids="865,862"]  
Read More

Nocciolo

Abruzzo, Calabria, Campania, Lazio, Materie prime, Valle d'Aosta
Nocciolo - (Corylus avellana) Pianta da frutto della famiglia delle Betulacee. dialettale/regionale: Nucella (Campania) - Termine utilizzato nel territorio di Falciano del Massico (CE). Pianta utilizzata per la raccolta dei polloni anch'essi malleabili quel tanto da essere usati in cesteria. dialettale/regionale: Nuciddra (Calabria) dialettale/regionale: Nocciolo (Lazio) dialettale/regionale: Nòcchia (Abruzzo - Campotosto - AQ) dialettale/regionale: Coudra - Olagne (Valle d'Aosta)  
Read More

Castagno

Abruzzo, Campania, Materie prime, Valle d'Aosta
Castagno  - (Castanea sativa) Albero delle Fagacee. dialettale/regionale: Castegna (Campania) - Termine utilizzato nel territorio di Falciano del Massico (CE). Pianta utilizzata per la raccolta dei polloni anch’essi malleabili quel tanto da essere usati in cesteria. dialettale/regionale: Castàgna (Abruzzo - Campotosto - AQ) dialettale/regionale: Ferla - Tzatagnè (Valle d'Aosta)  
Read More
Giunco

Giunco

Abruzzo, Calabria, Campania, Lazio, Materie prime
Giunco - (famiglia delle juncaceae) Termine generico che indica diverse varietà di piante erbacee palustri con foglie/fusto di forma cilindrica molto lunghe e flessibili. Tra le diverse varietà utilizzate in cesteria ricordiamo il juncus acutus, juncusc efusus e lo scirpoides holoschoenus. dialettale/regionale: Jungiu (Calabria) - In foto juncus acutus. dialettale/regionale: Giunco (Lazio) dialettale/regionale: Ziparo (Campania - Cilentano) dialettale/regionale: Vìngu (Abruzzo - Campotosto - AQ)
Read More