Gorbetta

Cesti valdostani, Tipi di cesti, Valle d'Aosta
dialettale/regionale: Gorbetta (Valle d'Aosta) - Cesto del pastore. Cesto tondo con 2 semi-coperchi. Uno dei quali era fisso (quello intrecciato, visibile nell'ultima foto, cesto a destra) e l'altro apribile e veniva usato come tagliere. Il cesto del pastore era molto usato per portare la merenda composta da pane e formaggio. Lavorazione che si sta perdendo, definita a punto cucito.  
Read More
Tzaven

Tzaven

Cesti valdostani, Tipi di cesti, Valle d'Aosta
dialettale/regionale: Tzaven (Valle d'Aosta) - Cesto per la raccolta delle mele e patate ma spesso utilizzato per qualsiasi bisogno. La struttura portante veniva realizzata in corniolo, sanguinello, nocciolo o castagno. Mentre per l'intessitura veniva utilizzato il salice.  
Read More
Gerla

Gerla

Cesti piemontesi, Cesti valdostani, Piemonte, Tipi di cesti
dialettale/regionale Gerla (Piemonte) - La gerla è una cesta conica con due cinghie (spallacci) nelle quali si infilano le braccia, utilizzata per il trasporto a spalla, ed è presente da sempre in tutte le civiltà contadine. Ha differenti misure e materiali da costruzione e la ritroviamo nelle vallate e sui monti di tutto l'arco alpino. Vengono costruite utilizzando coste e lancistre di castagno e nocciolo, oppure in salice, viburno, bambù. Ideali per il trasporto di legna, cibo, letame, ecc... Praticamente un antenato del nostro zaino. dialettale/regionale Sèton (Valle d'Aosta - alta valle); Fhaton (Valle d'Aosta - bassa valle) - Usata nella vita quotidiana contadina per il trasporto di legna, fieno, foglie o prodotti agricoli. Vengono utilizzate due tecniche distinte per la costruzione delle gerle: 1 - a lamine di nocciolo,…
Read More
Vaglio

Vaglio

Abruzzo, Cesti abruzzesi, Cesti Liguri, Cesti valdostani, Liguria, Tipi di cesti, Valle d'Aosta
Vàglio s. m. [der. di vagliare]. – Apparecchio che serve a separare elementi di diverse dimensioni facenti parte di un aggregato di sostanze incoerenti in pezzi o in polvere; è sinon. generico di crivello e anche di staccio, o setaccio. (fonte Treccani) dialettale/regionale: Vano (Liguria) - La cesta rappresentata nella foto viene chiamata, nel dialetto del ponente ligure, vano e veniva utilizzata per vagliare cereali, legumi e castagne. Il materiale utilizzato per la sua realizzazione è castagno spaccato in lamine sottili per la struttura (sgusce in ligure),  mentre per la tessitura veniva utilizzato il giunco che cresce a cespuglio lungo i corsi d'acqua. dialettale/regionale: Cru'élla (Abruzzo - Campotosto - AQ) dialettale/regionale: Van (Valle d'Aosta)  - Il cesto nella foto sotto era realizzato in lamine di nocciolo o castagno o in alcuni casi anche tutto in salice. Al…
Read More